Enogastronomia

Tortelli Mirtillosi

1tortelli mirtillosi 1

Insomma, mi telefona e mi invita a cena. Salto dalla gioia perché lavoro fino a tardi e così trovare già pronto magari con qualche candelina sentimentale riduce e svapora illusioni e allucinazioni romantiche in previsione di qualche sosta affettiva più reale.

Cosa prepari? Sarà una sorpresa, dice. Woooooooow adoro le sorprese, anche quelle culinarie.

TORTELLI MIRTILLOSI

COSA SERVE(per fare una trentina di tortelli)

200 g di semola, 100 g di farina 00, sale bretone, 1 uovo, 50 g di mirtilli freschi, 100 g di speck, 100 g ricotta affumicata, grana trentino (o parmigiano reggiano), burro bavarese, foglie di salvia, sale, pepe.

COME FARE

Arrivo con una pianta di orchidea da aggiungere al suo assortimento che neanche Nero Wolf e fame arretrata avendo saltato il lunch. Sulla tavola vedo nel piatto una collina di verdure policromatiche con al centro l’inconfondibile e inguardabile carne in scatola. Tale e quale quello spot che reclamava gustosità fiabesche. Dice di non aver avuto tempo sufficiente per altre mostruosità. Sto zitto e cerco affannosamente altri cibi e pesco nella sua cambusa mirtilli e speck polverizzato in un barattolo che le avevo regalato io. Un po’ di ricotta affumicata. Bene. È così che nasce la cover.

Procedo. Ho fatto bollire i mirtilli in un pentolino con due dita d’acqua. Si sono ammorbiditi sino ad ottenere la consistenza di una purea. Ho quindi frullato il tutto e lasciato raffreddare. Ho mischiato le due farine, aggiunto un pizzico di sale bretone, aggiunto l’uovo, la purea di mirtilli e ho impastato ripensando a quell’orrore che intanto Nicoletta ha fatto sparire dalla tavola. Ho lasciato riposare il panetto di pasta per mezzora in frigo.

Nel frattempo sono andato in enoteca a comprare il vino adatto poi, rientrato, ho impastato ricotta e polvere di speck, ho steso la pasta ricavandone due fogli. Ho disposto il ripieno a mucchietti, coperto con l’altro foglio di pasta, compresso con cura e formato i tortelli. Li ho fatti lessare in acqua per qualche minuto mentre in una padella ho lasciato fondere il burro bavarese con la salvia. Ho dunque scolato i tortelli, versati nella padella e amalgamati nel condimento. Li ho poi messi nel piatto e conditi con grana e pepe grattugiati al momento …

Nicoletta piena di sorrisi e paroline dolci ha sparso elogi e lusinghe incurante della mia espressione piuttosto torva e riprovevole. Che ben presto, dopo il primo boccone, si è trasformata in spensieratezza e lasciato andar via la paturnia. A saperlo, mi ha detto, avrei potuto farli io. Non ho replicato. Sono un signore. L’ho osservata mentre versava il vino. Bella come una tela di Dante Gabriel Rossetti.

COSA BERE

Confesso che quando uscii da casa per andare in enoteca ero alterato da quel quadretto gastronomico che naturalezza e spontaneità di Nicoletta avevano esibito come piatto della serata. Poi il senno ha svincolato verso il vino da abbinare alla mia cover. Mirtillo, speck, ricotta … è stato facile.

Sono entrato e a colpo sicuro ho cercato quello che mi suggeriva la testa. Ho messo le mani su un Amarone della Valpolicella Classico, Casa dei Bepi – Viviani. 16 gradi. Esagerato? Ma anche no. Certo, più di un bicchiere sarebbe azzardato ma, anche se gli ostinati pretendono di abbinare l’Amarone ai piatti di carne e ai sapori potenti, i tannini morbidi e vellutati hanno messo in evidenza la freschezza profumata dei tortelli ed è stata davvero una cenetta da mandolino.

Flavio Pedrotti Moser
 
La mia Rubrica è : ” Odissea nelle Spezie ” !
 
Siamo tutti diventati navigatori nello spazio culinario, alla ricerca di ricette  per languori sempre più esigenti.Io ne ho provate di ricette, fusioni che molti cuochi non potrebbero immaginare, cibi e vini da convivio in fiamme al largo dei bastioni di Origano e ho visto microonde balenare nel buio vicino alle porte della cantina. Ecco dunque proporvi ricette trovate nelle sinuosità più oscure della esperienza enogastronomica…

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie