Enogastronomia

Tortellino ripieno di grana liquido

Tortellino ripieno

Ebbene sì, di nuovo al Mart, il Museo di Rovereto per incontrare le magie dei cuochi eclettici e fantasiosi… in alcuni casi spiritosi. Stavolta mi trovo di fronte Moreno Cedroni. Che dire? Simpatia pura.

Senza fronzoli e ammiccamenti, feeling con l’estrosità e tanta empatia gastronomica. Si è proiettato nelle alte sfere culinarie con una ricetta davvero fantastica.  Mentre raccontava questa delizia sbirciavo l’entrata sperando schiudesse il sorriso di Nicoletta…  Niente da fare… non si è vista. Ma se la montagna non va da Maometto…

” TORTELLINO RIPIENO DI GRANA LIQUIDO “

Cosa serve  :

Per la pasta: 1 kg di farina 00, 6 uova intere, 3 tuorli.
Per la mousse: 300 g panna, 250 g di Trentingrana (o Parmigiano)
Per la salsa al pomodoro: 250 g pomodoro concassè, olio evo, cipolla, sale, zucchero semolato
Per la marmellata al balsamico: 1 bicchiere e ½  di Sherry dolce, ½ di aceto balsamico, 60 g di zucchero semolato, 8 g di pectina.
Per la marinata senape e basilico: ½ bicchiere olio evo, 80 g salsa di senape, 2 cucchiai di soia, 1 cucchiaio di pasta di acciughe, un ciuffo di basilico.
Altro: 80 g di carne trita.

Come fare :

Leggendo gli ingredienti magari si pensa ad un’impresa ostica, in realtà sebbene sia una ricetta da curare e da fare con particolare impegno, non è problematica. Io l’ho preparata canticchiando e fantasticando sulla reazione di Nicoletta qualora avesse accettato il mio timido invito per degustare la delizia. Così le invio un sms e nell’attesa procedo… Ho disposto la farina a fontana, ho aggiunto le uova intere e i tuorli, ho impastato come si deve fare e poi l’ho messa a riposare in frigo. Ho messo la panna a bagnomaria e ho aggiunto il grana grattugiato, ho frullato con il minipimer e ho lasciato raffreddare. Poi, in un tegame ho soffritto in un po’ d’olio la cipolla tritata, ho aggiunto il pomodoro concassé, il sale e lo zucchero. Quando si è amalgamata bene, l’ho frullata e poi setacciata. In un altro tegame ho messo gli ingredienti per la marmellata, ho unito lo zucchero e la pectina girando con una frusta e ho messo a cuocere sino ad ottenere una crema piuttosto densa. Ho messo da parte a riposare. Ho quindi preparato la marinata di senape e basilico mescolando tutti gli ingredienti e ne ho aggiunto 3 g per ogni 20 g di carne trita. Ho finalmente steso la pasta tirandola bene, ho tagliato dei cerchi di 10 cm e al centro di ognuno ho posto una noce di mousse di grana e ho richiuso a forma di tortello. Ho poi fatto cuocere per qualche minuto in acqua bollente salata. Et voilà. Ho disposto lo splendore nel piatto e ho guarnito irrorando con un po’ d’olio. Din Don, è arrivata Nicoletta e con il cuore in gola ho tirato un respiro di sollievo.

Abbinamento :

Un abbinamento facile. Ho stappato un Berillo d’Oro di Secchi, fiore all’occhiello di una  piccola cantina, un uvaggio di Sauvignon Blanc, Chardonnay e Pinot Grigio che regala profumi decisi. Nicoletta ha apprezzato tutto, mi ha detto bravino (ed è un complimento) così ho subito fatto castelli in aria facendo girare i grilli per la testa. Ho sbandierato aneddoti di vita e fatto le fusa. Tutto quello che ho potuto ricavare è stato un anfibolo sul vino. Mi dice: avrei visto bene anche un Nosiola… Ha sicuramente ragione… avrei però preferito altre parole.

Flavio Pedrotti Moser

La mia Rubrica è : ” Odissea nelle Spezie ” ! Siamo tutti diventati navigatori nello spazio culinario, alla ricerca di ricette  per languori sempre più esigenti.Io ne ho provate di ricette, fusioni che molti cuochi non potrebbero immaginare, cibi e vini da convivio in fiamme al largo dei bastioni di Origano e ho visto microonde balenare nel buio vicino alle porte della cantina. Ecco dunque proporvi ricette trovate nelle sinuosità più oscure della esperienza enogastronomica…

e-mail : fp.rai.tv@gmail.comhttp://www.veneziaeventi.com/inviati/le-news-dagli-inviati/europa-i/3427-flavio-pedrotti-moser-

 

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie