Arte - Libri - Mostre

Giappone, dai Samurai a Mazinga

samurai-mazinga

Fino al 31 Maggio 2015 la mostra “Giappone, dai Samurai a Mazinga”che si svolge a Treviso, a Casa de` Carraresi.

Armi e armature, ceramiche e porcellane, rotoli dipinti e paraventi, lacche, stampe dell`Ukiyo-e dei grandi maestri (Hokusai, Utamaro e Hiroshige), tra cui anche le shunga (le immagini erotiche), netsuke, maschere, tessuti e kimono, sculture in legno e altri materiali.

Nel percorso sono inseriti anche strumenti didattici che non solo illustrano l`arte antica ma anche le più recenti tendenze della cultura e dell`arte: stralci di anime, di film (Akira Kurosawa), di fotografia (Nobuyoshi Araki). Non mancheranno infatti rappresentazioni della cultura giapponese anche attraverso fotografie, richiami ai film del regista Akira Kurosawa, stralci di anime, i cartoni animati giapponesi e manga, i fumetti giapponesi, con i famosi robot Goldrake, Mazinga e Gundam, le cui corazze d`acciaio sono direttamente ispirate alle tradizionali armature dei samurai.

Il tema principale sarà quello di evidenziare il contemporaneo sviluppo di due filoni culturali e sociali nel Giappone antico, ovvero la ferocia marziale incarnata dai Samurai e la bellezza e raffinatezza del mondo delle Geisha. Due ambiti solo in apparenza inconciliabili che si sono invece intersecati in molti modi, dando così vita alle più specifiche peculiarità della cultura giapponese.

Questo Giappone è entrato nell`immaginario collettivo di tutto il mondo. La cerimonia del té, il bonsai, la festa dei ciliegi in fiore, l`ikebana, la calligrafia, il kabuki, il teatro No, l`eleganza nelladisposizione del cibo, sono caratteri della cultura giapponese ben noti a tutti. In particolare esso ha entusiasmato gli Europei e gli Statunitensi tra la fine dell`Ottocento e l`inizio del Novecento. Soprattutto gli artisti dell`Impressionismo e dell`Espressionismo: personaggi quali Monet e Van Gogh, solo per citarne due, furono appassionati collezionisti di stampe dell`Ukiyo-e, le “immagini del Mondo Fluttuante“, nelle quali trovarono esplicita ispirazione per le proprie opere più celebri. Anche in Italia il fenomeno del Giapponismo ha attecchito su molti artisti che hanno trovato nell`arte del Giappone uno stimolo ad intraprendere nuove ricerche tecniche, formali e stilistiche.

In mostra ci saranno spettacolari armature e oggetti dal sapore magico, accuratamente selezionati dal curatore della mostra, Adriano Madaro, grande esperto di estremo Oriente.
Le opere che verranno esposte appartengono prevalentemente al periodo Edo (antico nome della città di Tokyo), che va dal 1603 al 1867.

La mostra “Giappone. Dai Samurai a Mazinga“ segna la naturale continuazione del ciclo delle grandi mostre dedicate all`oriente che si sono tenute in questi anni a Ca` dei Carraresi tra le quali ricordiamo quelle sulla Cina, sul Tibet e quella, appena conclusasi, sull`India.

Costo del biglietto: intero € 12, ridotto e gruppi € 10, bambini € 9, scuole € 5, famiglie € 40, bambini fino ai 5 anni e disabili non autosufficienti

Telefono per informazioni: +39 0422 513150

E-Mail info: info@giapponedaisamuraiamazinga.com

Sito ufficiale: http://giapponedaisamuraiamazinga.com/it

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie