Arte - Libri - Mostre

Le Memorie Ritrovate

memorie Copia

Dal 23 marzo al 23 giugno 2013  la mostra “Le Memorie Ritrovate” al Museo Nazionale Atestino di Este.

La mostra è inserita nel calendario delle manifestazioni per la quinta edizione della Triennale della Ceramica di Este “Ceramica al Centro” 2013, coordinata dal Comune di Este e dalla Fondazione Accademia dell’Artigianato, un ricco programma di mostre ed eventi dove la ceramica sarà protagonista nel Centro storico e nella prestigiosa sede dell’Accademia dell’Artigianato dal 7 settembre al 27 ottobre 2013.

La mostra “Le memorie ritrovate” riporta in vita, in un rinnovato allestimento, le vicissitudini dell’antico e perduto convento di Santa Chiara De Cella Nova a Padova e dei suoi abitanti, svelandone misteri e ambiguità, creando un percorso suggestivo ricco di simbolismi e significati particolari.La Soprintendenza per i Beni Archeologici del Veneto, unitamente agli Assessorati allo Sviluppo Economico e alla Cultura di Este e al Museo Nazionale Atestino di Este, su progetto di Francesco Cozza (che ne è il curatore) presentano l’importante evento realizzato con la collaborazione della Camera di Commercio di Padova, dell’Associazione Italiana Città della Ceramica, delle Piccole Città Storiche del Veneto e della Fondazione Accademia dell’ Artigianato di Este.

Le “memorie” esposte sono state ritrovate nell’antico e perduto Convento di Santa Chiara del Cella Nova a Padova che fiorì tra il XIV e il XVIII secolo, ma che negli anni Sessanta del secolo scorso venne demolito per erigere la Questura. Nel 2000 l’indagine archeologica diretta da Mariangela Ruta e condotta da Petra Scrl nel cortile della Questura di Padova ha portato alla luce una struttura esagonale , residuo dell’impianto originario del convento e punto di partenza di una scoperta senza eguali.

La mostra è stata ideata ed è prodotta da Cultour Active Srl di Treviso, società specializzata nella valorizzazione e promozione di progetti culturali..Il curatore della mostra Francesco Cozza – grazie anche agli interventi di restauro conservativo, condotti da restauratori del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da liberi professionisti e da giovani restauratori della Città di Este – ha saputo restituire ai numerosi oggetti esposti i loro significati, sia funzionali che simbolici, come si puo’ apprendere dalla lettura del catalogo riccamente illustrato e acquistabile nel Museo Atestino e presso la Libreria Gregoriana Estense.

Ceramiche maiolicate, graffite e invetriate, reperti vitrei decorati, manufatti metallici, strumenti fittili, in osso, legno e cuoio, costituiscono il “tesoro” perduto, ritrovato e restaurato. I reperti fanno immaginare la vita nel convento come, ad esempio, i frammenti di terrecotte figurate: bambole per le bambine avviate alla clausura, statuine da presepio e forme appartenenti a composizioni plastiche; oppure una preziosa serie di ceramiche graffite decorate con ornati ottenuti mediante incisione, le quali veicolavano le immagini pregne di simbolismi. La curata riproduzione di una stanza di lavoro del monastero allestita con arredi e complementi d’epoca assieme alla suggestione musicale di canti gregoriani della Parva Schola Gregoriana di Treviso contribuiscono a far immergere il visitatore nell’atmosfera del monastero e ad avvolgerlo di sacralità e rigorosità.

L’ingresso della mostra è gratuito.

Sarà consegnato a ciascun visitatore una brochure illustrativa della mostra e, per chi visita la mostra, è previsto il rilascio di un biglietto scontato se intende vedere anche il museo.

Gli interessati potranno iscriversi a laboratori gratuiti sulle tecniche della ceramica graffita.

La Mostra sarà aperta al pubblico da lunedì a sabato dalle ore 09 alle 19, la domenica e i festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

Per ulterori informazioni: www.comune.este.pd.it

 

Le manifestazioni potrebbero subire cambiamenti, pertanto vi consigliamo di verificare l’evento contattando direttamente gli enti organizzatori.
Veneziaeventi.com non è responsabile di eventuali modifiche delle date dei singoli eventi.

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie