Arte - Libri - Mostre

Quando c’erano i veneziani

Quando-cerano-i-veneziani

“La progressiva e continua chiusura di negozi per residenti, la folla multilingue munita di macchine fotografiche nelle calli e nei vaporetti sarebbero diventate la realtà, il presente e forse il futuro”.
“Qualcuno, leggendo, potrà trovare della nostalgia. Non lasciatevi ingannare. La nostalgia non c’entra. Semmai i racconti dovranno essere motivo di riflessione, seria e arrabbiata. Sì, vorrei che qualcuno provasse la mia stessa rabbia. Perché Venezia sta perdendo l’anima e una città senza anima, che cos’è?”.

Dall’introduzione di Caterina Falomo

Com’era Venezia e com’è oggi? Attraverso i racconti di molti veneziani, nati e/o vissuti a Venezia, il libro vuole descrivere i profondi mutamenti di una città che ha visto nel corso di circa cinquant’anni dimezzare la propria popolazione.
Con questo libro Caterina Falomo, curatrice, vuole far riflettere i veneziani e non sui profondi cambiamenti di una città che si è talmente aperta al mondo da dimenticarsi dei propri cittadini. Senza alcuna volontà di drammatizzare i fatti, in un’epoca in cui molte città italiane vivono lo stesso destino, i racconti dei veneziani ci mostrano com’era la vita sociale di pochi anni fa.
Ricordi, riflessioni, aneddoti personali, fatti pubblici, vicende di ieri e problemi di oggi per far sì che Venezia sia vista con altri occhi, lontana dalle banalità raccontate ovunque nel mondo.

Caterina Falomo, curatrice. Nata a Venezia, vive e lavora a Roma. Si occupa di ufficio stampa in ambito culturale. Dopo anni di incubazione, nel 2010 trova il coraggio di lanciarsi nell’avventura di recuperare una memoria storica e sociale di Venezia, con la ferma intenzione di mostrare com’era la sua città natale e per lanciare un messaggio forte ai veneziani ma non solo.

Categorie Notizie