Arte - Libri - Mostre

Venezia e L’Arte Nascosta

pestriniero

Giovedì 14 febbraio, alle ore 17.00, presso il Centro Culturale Candiani di Mestre e venerdì 15 febbraio, alle ore 18.00, presso il Palazzo Da Mula (Murano), ci sarà la presentazione del libro “Venezia e l’arte nascosta”, di Renato Pestriniero.

Il libro come definisce nell’incipit della sua prefazione Tiziano Scarpa, consentirà di scoprire un modo di conoscere Venezia assolutamente innovativo. “Si esce da questo libro geniale come fulminati da una rivelazione: a Venezia non conta l’architettura, ma i dettagli degradati che essa produce. La prospettiva è ribaltata, la gerarchia capovolta …”.

Il libro parla di un’estetica del degrado, ciò significa accostarsi a un ossimoro Venezia trasforma naturalmente il proprio degrado, o quanto meno una parte di esso, in arte nascosta.

Il libro riccamente illustrato rintraccia interpretazioni artistiche di origini e stili diversi come in un museo diffuso, straordinario e dal fascino spesso inquietante, troveremo tracce di opere magrittiane aperte su sconcertanti dimensioni; forme provenienti dagli onirismi di Salvador Dalì dove la materia antropomorfa si trasforma in pietra o viceversa; verdastri orizzonti metafisici di De Chirico; figure mostruose di Francis Bacon che partendo da radici umane si alterano in organismi alieni provocando repulsione ma anche indubbia attrazione; individueremo Marcel Duchamp attraverso porte abbandonate, piani di volumi e segmenti, componenti biomorfiche e meccaniche unite in assemblaggi cubisti; e incontreremo le geometrie astratte di Piet Mondrian, l’Art Nouveau e i simbolismi di Gustav Klimt con le sue tarsìe policrome; le membra decomposte di Egon Schiele; i concetti spaziali di Lucio Fontana resuscitati da luci radenti; l’impressionismo di Claude Monet con i suoi pulviscoli cromatici o l’espressionismo astratto di Willem de Kooning, ma anche certe vibrazioni luminose dove la composizione materica diventa il divisionismo di Giacomo Balla con i suoi futuristici Movimenti rapidi o Sequenze dinamiche; e poi ancora Joan Mirò e il suo mondo sognante cosparso di macchie astratte, filiformi, amebiche; i cieli rutilanti di Vincent Van Gogh; gli infernali cerchi danteschi con i grovigli di anime dannate viste da Gustave Doré o certi studi in sanguigna di Leonardo.

Per informazioni visita il sito www.facebook.com/casaeditrice.elsquero.9

 

Le manifestazioni potrebbero subire cambiamenti, pertanto vi consigliamo di verificare l’evento contattando direttamente gli enti organizzatori.
Veneziaeventi.com non è responsabile di eventuali modifiche delle date dei singoli eventi.

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie