Concerti -Musica -Teatro

La Scena e lo Schermo .

pantalone

Dal 24 Marzo al 14 Aprile 2011 Ritorna a Casa di Goldoni, dopo il grande successo delle passate edizioni, la rassegna di teatro veneto La scena e lo schermo, giunta alla sua sesta edizione.

 

Quattro commedie messe in onda dalla RAI nel 1968, anno particolarmente “fortunato” per Goldoni, visto il numero di testi teatrali offerti dal piccolo schermo alla sempre più vasta platea “televisiva”.
Si tratta di quatto commedie dominate dalla prorompente figura di Cesco Baseggio, insuperato e insuperabile “Pantalone”, di cui quest’anno ricorre il 40° anniversario della morte (Treviso 1897 – Catania 1971). Dopo Arlecchino, forse, il personaggio più caratterizzante e conosciuto delle opere del grande commediografo veneziano è certamente Pantalone; inoltre Baseggio e Pantalone hanno sempre rappresentato un “binomio” di grande impatto per la simbiosi quasi totale creatasi fra l’interprete e il personaggio.
“Nei suoi personaggi goldoniani Baseggio ha sottolineato le più svariate sfumature di carattere, rendendoli veri e umani. Ma non direi che abbia dato risvolti malinconici a personaggi che non ne avevano, come Todaro o Canciano. Semmai, mettendo in rilievo certe commozioni, ha umanizzato la maschera di Pantalone ancor più di quanto non abbia fatto lo stesso Goldoni, che del resto ha anche creato personaggi veramente malinconici, tristi, come quello del nobile de La Gastalda che rappresenta la decadenza della nobiltà costretta a rubare per sfamarsi…Forse è vero che Baseggio ha umanizzato troppo la maschera di Pantalone, ma anche ne Il burbero benefico era più umanità che malinconia.” (da Carlo Lodovici, Quarant’anni, fianco a fianco sul palcoscenico in Cesco Baseggio. L’attore oltre la maschera, a cura di Giuseppe Barbanti. Venezia, Quaderni della Videoteca Pasinetti, 2001, pp. 69-76)

Non poteva dunque esserci occasione migliore per mettere in scena queste commedie, che risultano vieppiù impreziosite dalla presenza, nei vari cast, di Giancarlo Maestri (1933-1995), attore e doppiatore, indimenticabile “voce” di Gregory Peck, Sean Connery, Paul Newnam e molti altri, qui nei panni di Brighella; della grande attrice romana Bice Valori (1927-1980) nella parte di Clarice proprio ne La bancarotta; di due grandi pilastri del teatro veneto, coppia “inossidabile” sul palcoscenico come nella vita, Wanda Benedetti, nelle vesti di popolana ne Il vecchio bizzarro e in quelle di Catte ne La putta onorata o, ancora, di Toni Barpi, “Arlecchino” sempre ne La putta onorata.
La rassegna, che si realizza come sempre in collaborazione con il Circuito Cinema comunale, è rivolta ai giovani e a quanti intendano scoprire o ritrovare l’opportunità e il valore di produzioni televisive di qualità. Di seguito il programma del primo appuntamento.
PRIMO APPUNTAMENTO
Giovedì 24 marzo, ore 17.00

LA BANCAROTTA commedia in tre atti di Carlo Goldoni.
Regia di Carlo Lodovici (Durata: 2.06.00; BN)
Con: Lino  Zavattiero (Garzone), Giancarlo Maestri (Brighella), Franco Volpi (Conte Silvio), Mario Bardella (Truffaldino), Evar Maran (Servitore), Daniela Nobili (Smeraldina), Luigi Pavese (Dottor Lombardi), Cesco Baseggio (Pantalone), Bianca Toccafondi (Aurelia), Laura Faina (Cameriera), Walter Ravasini (Leandro), Alessandra Scalera (Vittoria), Bice Valori (Clarice), Loris Gizzi (Marcone), Mariolina Bovo (Graziosa).

Introduce: Anna Bogo

La bancarotta o sia Il mercante fallito, fu rappresentata per la prima volta a Venezia nel Carnevale del 1741. In questa commedia, una delle primissime, Goldoni rimaneggia uno scenario della Commedia dell’Arte della fine del ‘600, Pantalone mercante fallito di Tommaso Mondini, nel quale si descrive un vecchio che, dopo aver dissipato i suoi capitali, si riduce in prigione a cantare in musica le sue disgrazie. Vi ritroviamo le quattro maschere principali: Truffaldino, il Dottor Lombardi e Brighella oltre al protagonista Pantalone, quello “antivo”, ovvero non ancora ripulito e trasformato dall’arte goldoniana in un onesto mercante dall’affettuoso cuore paterno e dal buon senso pratico. Qui l’antica maschera conserva i suoi costumi di vecchio libertino e vizioso, molto diverso dal vecchio e saggio veneziano tanto caro al pubblico.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI IN PROGRAMMA

Giovedì 31 marzo, ore 17.00

La putta onorata commedia in tre atti di Carlo Goldoni

Regia di Carlo Lodovici (Durata: 1.36.30; BN)

Giovedì 7 aprile, ore 17.15

Il bugiardo commedia in tre atti di Carlo Goldoni

Regia di Carlo Lodovici (Durata: 2.10.00; BN)

Giovedì 14 aprile, ore 17:15

Il vecchio bizzarro commedia in tre atti di Carlo Goldoni

Regia di Carlo Lodovici (Durata: 1.06.30; BN)

Ingresso su invito fino a esaurimento dei posti disponibili !!!

 www.museiciviciveneziani.it

Categorie Notizie