Enogastronimici

Sapori d’autunno protagonisti al Vecio Fritolin

fritoin_6

Sapori d’Autunno è il primo di una serie di appuntamenti con cui Irina Freguia e lo Chef Daniele Zennaro del ristorante Vecio Fritolin a Venezia, proprio a sue passi da Rialto, vogliono accompagnare gli Amici Giornalisti e food writer .

 

Un percorso enogastronomico legato ai prodotti tipici di stagione, per rendere omaggio alle specialità della nostra terra: il Veneto. Accompagnati dalla padrona di casa Irina Freguia, l’anima del locale, veneziana doc sempre simpatica e ospitale, i commensali hanno potuto assaggiare alcuni piatti in anteprima dal menù degustazione “Sapori d’Autunno”, che era poi il tema della cena.

Ogni stagione porta con sé profumi e colori, ed è proprio a questi che lo chef Daniele si è ispirato pensando ad un menù legato all’autunno. In una calda serata dei primi di ottobre alcuni ospiti Giornalisti hanno avuto la possibilità di degustare una selezione speciale di piatti, creati esclusivamente per questo evento dalla creatività e dall’esperienza di Daniele Zennaro,  giovane e talentuoso chef di Rosolina, che quotidianamente sceglie personalmente i prodotti più freschi tra il pesce e le verdure che si trovano al Mercato di Rialto.

Il menu, pensato ed ideato dallo Chef, era a base di zucca. Infatti ottobre è il mese perfetto per questo prodotto dal sapore unico, non a caso il Veneto ne è ricco in varietà e di produzione e merita di essere celebrato in un percorso tutto dedicato ai suoi profumi e a quelli dell’autunno. Sapori e profumi che risaltano nella quintessenza della zucca nel  flan della stessa (quasi un sufflè salato di sola polpa di zucca “chioggiotta”) o nel suo alterego dolce cioè un gelato di zucca “violina” rugosa (affiancata dalla granella di amaretto che contrasta il sapore dolce con i contrappunti della mandorla).

Lo chef ha proposto: flan di zucca “chioggiotta”, capesante di terra con uova di  salmone e geleè di bacon accompagnate da un Brut rose’ az cannella;  superbi gli spaghetti di alga, margarote e crema d’aglio dolce, gnocchi di zucca, canoce e origano fresco serviti con uno Chardonnay Enate. 2007; per secondo saltimbocca di coda di rospo con indivia caramellata   accompagnato da un vino rosso il Valpolicella ripasso azienda Montetondo 2006. Infine, per finire il dessert: un coloratissimo gelato di zucca “violina” e il delizioso ananas arrostito al rosmarino con gelato ai 3 pepi serviti  con un passito Custodia Santalussia 2005 delle cantine di Custoza.
Merita un applauso fragoroso questo giovane chef di 32 anni che ha talento e creatività. Lui stesso con umiltà e sincerità considera i cuochi come “artigiani creativi” i quali usano la capacità di unire tra loro più ingredienti, preparando il piatto con cura per dare vita a nuove emozioni. “Questo perché – spiega lui stesso – alla fine si mangia anche con gli occhi e la struttura delle pietanze preparate deve essere gradevole anche alla vista non solo al gusto. Perché la cucina tradizionale non va soltanto rivisitata;  ci sono piatti che subiscono una evoluzione nel gusto, lo stesso vale anche nello stile con il quale vengono presentati”.
Il Vecio Fritolin si trova in Calle della Regina 2262 – Sestiere Santa Croce, 30135 – Venezia Tel. +39.041. 5222881

E-mail : info@veciofritolin.it

 

www.veciofritolin.it

Orari di apertura : 12.00 – 14.30, 19.00 – 22.30
Chiusura settimanale : lunedì e martedì a pranzo

Categorie Notizie