Feste - Fiere - Mercati

Arriva il vino Novello !

Vino_rosso_elation_degustazione_1

Domenica 6 Novembre 2011 si può stappare, come ogni anno, la prima bottiglia di Novello della vendemmia .

 

Con l’autunno, non manca, ogni anno, di dare un appuntamento fisso agli amanti del buon bere: il 6 novembre (come prevede la legge, il primo frutto della vendemmia può essere commercializzato solo a partire da tale data). Con il sole o con la neve, in questa data si stappa il vino Novello.

Si tratta di un vino ottenuto con una procedura tutta particolare, la macerazione carbonica. I grappoli di uva ancora integri vengono adagiati in vasche d’acciaio (chiuse ermeticamente e saturate di anidride carbonica) e lasciati per 5-10 giorni ad una temperatura di circa 30 °C.

Si innesca così una sorta di autofermentazione che favorisce la produzione di sostanze profumate e di glicerina. Solo a questo punto avviene la pigiatura. Il risultato? Un vino dal colore rosso vivace, con profumi intensi e invitanti di fiori e frutti rossi, come fragola e lampone. È il primo vino dell’anno, il primo assaggio dei frutti della vendemmia da poco conclusa. Un vino giovane, certo, ma già con tutte le carte in regola per essere degustato.

La sua piacevolezza, infatti, deriva da un’acidità moderata e da tannini delicati. E – per favore – non dimentichiamolo in cantina: proprio per le sue caratteristiche, che lo rendono inadatto all’invecchiamento, va consumato giovane, nell’arco di qualche mese.

Con che cosa abbinarlo? Lasciamo briglia sciolta alla nostra fantasia. Se la fortuna ci concede di trovarci accoccolati davanti a un camino scoppiettante, magari dopo una passeggiata immersi nella natura, non c’è niente di meglio che assecondare la tradizione e accompagnare il vino novello a gustose caldarroste. Oppure, perché non premiarsi con un cestino di funghi da cucinare come sugo per un primo gustoso o come contorno ad un semplice piatto di carne (scopri le ricette coi funghi). Piatti, entrambi, che si sposeranno a meraviglia con un calice di novello.

Un vino che, ogni autunno, ci ricorda il ciclo della natura e segna, perché no, un nostro anno in più di esperienza.

Ilaria Santomanco, sommelier AIS

Le manifestazioni potrebbero subire cambiamenti, pertanto vi consigliamo di verificare l’evento contattando direttamente gli enti organizzatori.
Veneziaeventi.com non è responsabile di eventuali modifiche delle date dei singoli eventi.

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie