Feste - Fiere - Mercati

Fiera Quattro Passi 2013

4passi Copia

Il 25 e 26 maggio e l’1 e 2 giugno 2013 apre la “Fiera Quattro Passi” a Treviso.

Agricoltura, artigianato, altromercato: oltre un centinaio di eccellenze nazionali per ripartire dal “saper fare” e dal “far sapere”. Torna al Parco Sant’Artemio il 25 e 26 maggio e l’1 e 2 giugno 2013 uno dei principali punti di riferimento nazionali per i settori della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell’ambiente.

Sarà l’affidabilità il tema della VIII edizione della Fiera Quattro Passi, che, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia; compie nel 2013 vent’anni), si svolgerà al Parco Sant’Artemio di Treviso – sede della Provincia di Treviso – nei weekend del 25 e 26 maggio e dell’1 e 2 giugno 2013: “Coltiviamo l’economia della tripla A: Agricoltura, Artigianato e Altromercato” sarà l’argomento di quella che è diventata uno dei principali punti di riferimento nazionali per i settori della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell’ambiente.

Quattro passi non è solo la kermesse annuale, ma è anche Altromercato Store, il più grande negozio dedicato al commercio equo e solidale d’Italia inaugurato nel 2012 e che periodicamente ospita gli espositori della fiera, e l’Ecoquartiere, il cohousing sostenibile promosso da Pace e Sviluppo e che sarà terminato a Villorba a maggio 2014.

Altra novità importante è il tema scelto per l’imminente edizione: “In questo momento difficilissimo per le imprese e per i consumatori in cui spesso si fa riferimento al tema del rating (ossia del grado di affidabilità delle varie economie), – ha spiegato Alessandro Franceschini, presidente AGICES e membro della Cooperativa Pace e Sviluppo – vorremmo sottolineare con forza che una delle vie per far ripartire l’economia in modo serio e affidabile è il tornare a “saper fare”. In un’epoca in cui l’economia è soprattutto finanziaria e speculativa, intravvediamo come possibile percorso di uscita dalla crisi la capacità del nostro sistema economico di rispondere con alternative concrete fondate sulla produzione e sul lavoro che perseguano il fine di creare un’economia più sostenibile”.

Alla fiera parteciperanno dunque oltre un centinaio di eccellenze locali e nazionali che, sul tema della sostenibilità sociale ed ambientale, hanno dimostrato come si possono indicare delle vie di uscita percorribili e affidabili (da qui il concetto della “tripla A” che le agenzie di rating utilizzano per le economie forti e affidabili, che presentano minimi rischi per gli investitori). Oltre che al “saper fare” si punterà sul “far sapere”, ossia alla divulgazione su vasta scala dei temi legati all’economia sostenibile e solidale.

La prima A che è l’agricoltura, intesa come agricoltura biologica, produzioni a filiera corta e chilometri zero, eccellenze del territorio, recupero della biodiversità come base di partenza di un nuovo modo di produrre. Ad essa sarà dedicato il secondo weekend della manifestazione.

La seconda A è quella di artigianato: per riscoprire il valore di produrre qualcosa di bello e utile con le proprie mani, di riutilizzare qualcosa per dargli nuova vita, di riparare e riaggiustare, di creare prodotti sostenibili; ad esso è dedicato il primo weekend della fiera.

E, infine, la terza A, altromercato: il commercio equo e solidale come buona pratica sostenibile per riportare al centro del dibattito il tema del diritto al lavoro dignitoso al sud e al nord del mondo.

Per il commercio equo sarà allestita un’area permanente, mentre all’agricoltura e all’artigianato saranno dedicati i due finesettimana, con una sorta di “festa dell’artigianato” il primo finesettimana e una “festa dell’agricoltura sostenibile” il secondo. Spazi correlati saranno quello dedicato al volontariato alla sezione antologica di Quattro Passi, in cui troveranno spazio anche i temi più specificamente ambientali (mobilità sostenibile, abitare sostenibile, risparmio energetico, energie rinnovabili, informazione).

L’esposizione sarà affiancata da un ricco programma culturale (oltre 30 gli appuntamenti: da segnalare in particolare le “Finestre sul lavoro” i due sabati, lo spettacolo “Pop Economy Live Show. Da dove allegramente vien la crisi e dove va” sabato 25 alle 20,45, il convegno “Agricoltura sociale” domenica 2 giugno), da percorsi dedicati alle scuole (vi è già l’adesione di 15 classi trevigiane, veneziane e ferraresi per la visita alla fiera) e da laboratori e attività per i bambini (si segnala “Su e giù con il Mus – Navetta”, per percorrere un breve tratto della fiera a cavallo di un asinello, sabato 1 e domenica 2 giugno).

Per informazioni: http://www.4passi.org/

 

Le manifestazioni potrebbero subire cambiamenti, pertanto vi consigliamo di verificare l’evento contattando direttamente gli enti organizzatori.
Veneziaeventi.com non è responsabile di eventuali modifiche delle date dei singoli eventi.

About the author

user

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie