Feste - Fiere - Mercati

Giornata FAI di Primavera

ok_giornata

Il 26 e 27 Marzo 2011 Venezia, Chioggia, Padova, Treviso, un weekend ricco di eventi .

Intrattenimento e cultura per tutti i gusti. Oltre ai già nominati MOVING THE CITY e FESTA DEGLI ACQUILONI, si terrà questi 2 giorni anche l’iniziativa GIORNATA FAI DI PRIMEVERA, giunta ormai alla sua 19a Edizione: un evento che dalla sua istituzione ha consentito a più di sei milioni di persone di visitare beni normalmente inaccessibili in tutto il Bel Paese, non solo a Venezia. Sabato 26 e domenica 27 marzo alla normale apertura dei luoghidella cultura si affianca anche, in occasioni delle celebrazioni per il 150 anni dell’Unità d’Italia, il percorso speciale “150 luoghi per 150 anni” che permettera di approfondire la conoscenza dei luoghi salienti del Risorgimento, con conferenze aperte al pubblico sui personaggi e gli avvenimenti che hanno reso possibile l’unificazione della Penisola.

In particolare si segnalano a Venezia l’apertura strordinaria di Palazzo Pisani, sede del Conservatorio “Benedetto Marcello” vicino a Campo Santo Stefano, dove si effettueranno delle visite guidate (ingresso riservato soci FAI). E lunedì 28 marzo alle ore 17.30, presso l’Istituto Veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia si terrà la conferenza con il prof. Guido Zucconi dal titolo “La realizzazione dei campi risorgimentali nella Venezia Italiana”(ingresso libero).

A Treviso, sabato 26 mazro, a partire dalle 14.30 partirà ogni 20 minuti il percorso guidato “Lapidi, cippi, edifici evocanti personaggi e vicende risorgimentali“,  dalla Chiesa di San Gregorio, al Museo di Santa Caterina. Altri percorsi guidati tra luoghi e testimonianze risorgimentali sono in programma a Castelfranco Veneto e Chioggia. A Padova sarà possibile visitare Palazzo Mocenigo Querini, ora “Casa della studentessa Meneghetti”, edificio che affonda le radici in un ipogeo paleocristiano e vanta decorazioni cinquecentesche di gran pregio, e il Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea presso lo Stabilimento Pedrocchi in Galleria Pedrocchi, 11.

Tutte le visite sono a contributo libero e sarà possibile iscriversi al FAI in ciascun bene aperto: sostenere il FAI è infatti un gesto decisivo, il modo più diretto ed efficace per schierarsi in difesa del nostro patrimonio artistico e paesaggistico, per manifestare il nostro orgoglio nazionale, per diventare “azionisti della nostra cultura”. Tania Danieli

http://www.giornatafai.it

Categorie Notizie