Contest Fotografici

Conosciamo i Vincitori del Contest I Mille Volti di Venezia 2012

Downloads31-001

Conosciamo meglio i Vincitori del Contest Fotografico ” I Mille Volti di Venezia 2012 ” : 1°) Laure Jacquemin 2°) Luca Faggian 3°)  Stefano Solmi .

1°) Classificata Laure Jacquemin

“Ho 30 anni, sono belga. Ho fatto l’Università a Bruxelles in storia dell’Arte dell’Antichità e archeologia.
Mio padre era designer. Ho sempre lavorato in un’ universo artistico.
La mia passione per la fotografia e nato insieme a quella per Venezia, 3 anni fa.
Un anno e mezzo fà, ho comprato la mia nikon che mi permette di dare corpo a quello che vedo e sento.”

2°) Classificato Luca Faggian

Sono Luca Faggian, ho 18 anni. Abito a Mestre (VE) e frequento l’ultimo anno dell ITIS Zuccante.
Mi piace molto la fotografia ma, purtroppo, non possiedo ancora una macchina fotografica degna di essere considerata tale.
Per fare belle foto però penso che ci voglia soprattutto creatività e talento, non importa che strumenti si utilizzano.
Ne è la prova il fatto che per scattare la foto per questo concorso ho usato il mio “semplice” iPhone…
Sono un appassionato di musica, e suono in un gruppo (i RanWays) dove scriviamo musica e ci divertiamo a suonarla ! Perché l’importante è divertirsi e prendere le cose con serenità, senza porsi obiettivi impossibili…
In futuro spero di proseguire con la fotografia e di migliorare sperando così di scattare foto sempre più belle.
…Chissà che magari quello che è un hobby, un divertimento e una passione, possa magari in futuro diventare un lavoro…

p.s. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno votato la mia foto !!!

3°) Classificato Stefano Solmi

Ciao a tutti, sono Stefano, sono nato 30 anni fa a Bologna, città in cui vivo. A chi me lo chiede rispondo sempre che la mia passione per la fotografia è una patologia ereditaria, e quando mio papà, a sua volta “malato” fin da giovane, mi vide, qualche anno fa, prendere in mano la mia prima fotocamera compatta, il suo sguardo fu un misto tra commozione e un “ce ne hai messo di tempo eh?”. Da allora è passato un po’ di tempo, le compatte son diventate una reflex e la passione è diventata anche una professione. Credo che nella fotografia sia indispensabile avere sempre “due paia di occhiali” per riuscire a vedere da lontano, cogliere l’insieme, e riuscire a vedere da vicino, cogliere  il dettaglio. Amo Venezia, per me è quasi una seconda casa: la luce radente i muri, i riflessi nell’acqua, le sue calli, le sue vedute ed i suoi angoli più nascosti, segreti, le sue maschere che, ogni anno, rendono tutto più magico. Per me fare foto non è semplicemente catturare un istante,
renderlo eterno ma è, soprattutto, trasmettere emozioni. Penso che il fotografo sia un po’ come un esploratore: il suo viaggio di ricerca è iniziato e non finirà mai.”

Categorie Notizie